Cosa Sono i Marsupiali

I Marsupiali appartengono all’ordine dei mammiferi; il loro nome significa che sono provvisti di una sacca ventrale, chiamata appunto marsupio. Essendo questi animali privi di placenta o con placenta molto ridotta, i neonati dei marsupiali completano il loro sviluppo all’interno di questa tasca ventrale, in cui sono siti anche i capezzoli della madre. All’atto della nascita, infatti, i piccoli di quest’ordine di mammiferi non solo sono completamente privi di pelo, ciechi e sordi, ma sono ancora privi di ano e le loro membra sono sviluppate in modo rudimentale. All’interno del marsupio i cuccioli restano finché i loro sensi sono perfettamente sviluppati, per uscirne definitivamente dopo sei-sette mesi. Il numero dei piccoli può variare da uno a quattordici. E’ da dire che alcuni tipi di Marsupiali nascono già sviluppati, essendo il marsupio talmente ridotto da essere praticamente inesistente. L’aspetto degli esemplari appartenenti a quest’ordine è alquanto vario: taluni di loro sembrano frutto di strani incroci tra carnivori ed erbivori, cani e felini. Pare, secondo quanto detto dalla maggior parte dei naturalisti, che i marsupiali sono i più antichi esemplari dei Mammiferi, essendo comparsi nel periodo cretaceo, vale a dire circa cento milioni di anni fa. Alla fine di questo periodo, essi erano diffusi in tutto il mondo. Successivamente però, con l’avvento dei Mammiferi placentati, i Marsupiali sopravvissero soltanto nell’America meridionale e in Australia. Nella prima di queste zone questi animali scomparvero quasi completamente, sostituiti dai placentati, mentre nella seconda, dato il suo isolamento, i Marsupiali poterono prosperare.

L’ordine dei Marsupiali è suddiviso in cinque famiglie: Didelfi, Diasuri, Perameli, Falangiste, Canguri.

Alla prima, composta da esemplari di piccole o medie dimensioni, carnivori e di abitudini notturne, appartiene l’ opossum . Questo animale, diffuso nelle Americhe e in Australia, ha le dimensioni di un gatto. Si nutre di piccoli animali, ma non disdegna certe piante; talvolta inoltre compie razzie nei pollai, mangiando le uova. Dotato di coda prensile, se ne serve per arrampicarsi. È da ricordare inoltre il Filandro granchiaiolo, che vive in Brasile, che si ciba appunto di crostacei, e il Chironete variegato, che è l’unico marsupiale di abitudini acquatiche.

I Diasuri, anch’essi carnivori notturni, comprendono il Tilacino o Lupo di Tasmania, dal pelo striato come la tigre ma simile allo sciacallo , feroce predatore, e il diavolo orsino o diavolo della Tasmania, anch’esso dal carattere vorace e sanguinario.

I Perameli sono Marsupiali notturni di piccole dimensioni, prevalentemente erbivori, che vivono a gruppi. Uno di essi, il Peramele nasuto, assomiglia al coniglio, sebbene abbia il muso più allungato. Le Falangiste vivono sugli alberi e sono dotate di coda prensile, spesso lunghissima; si cibano di frutta, foglie e gemme, e sono eccezionali arrampicatori e saltatori. A questa famiglia appartiene anche il koala . I canguri sono certamente i marsupiali più conosciuti: sono erbivori e raggiungono talvolta dimensioni notevoli. Hanno le zampe posteriori più sviluppate di quelle anteriori e se ne servono per spostarsi a lunghi balzi; la coda robusta funge da contrappeso nella marcia e da sostegno per mantenere la posizione eretta da fermo. Le varie forme di canguri vengono divise in tre tipi: canguro robusto, che abita le zone dell’Australia meridionale; il canguro grigio gigante, che può raggiungere i 3 m di lunghezza ed è oggi piuttosto raro a causa delle persecuzioni subite ai tempi della colonizzazione; e infine il canguro rosso, che vive nell’Australia centrale.

Cosa Sono i Marsupiali
Torna su
live casino malaysia minyak dagu mega888 pussy888 xe88 apk joker123 super 8 ways ultimate casino malaysia live22 mega888 免费电影 casino malaysia 918kiss