Pecora – Caratteristiche e Comportamento

La pecora è un mammifero ruminante appartenente al genere degli ovini: presenta un muso con profilo convesso, fronte pianeggiante e labbra mobili; le corna possono essere presenti nei due sessi, o soltanto nei maschi oppure mancare completamente. Il corpo è tozzo e robusto, con zampe abbastanza solide e provviste di zoccoli adatti a percorrere terreni accidentati. Il mantello è in genere costituito da lana, aggregato di peli sottili, delicati e leggermente crespi, e dalla giarra, peli più lunghi e setolosi, il cui rapporto varia moltissimo a seconda delle razze: nelle varietà Merinos per esempio il vello lanoso è breve e bianco.

Come indole, le pecore sono animali eccezionalmente docili e mansueti, e quindi molto adatti alla vita in cattività e all’allevamento; hanno spiccato il senso della gregarietà, per cui quando un esemplare del branco riesce a prevalere determina il comportamento di tutto il gruppo.

Il primitivo habitat della pecora si è modificato in funzione delle esigenze umane, anche se rimane una spiccata preferenza per i pascoli montani e le zone accidentate; la pecora domestica si nutre nei mesi meno freddi con l’erba dei pascoli, mentre in inverno si ciba anche di radici, granaglie e crusca.

Nei moderni allevamenti però, il fenomeno della transumanza stagionale è stato del tutto abolito perché inadatto a un uso intensivo delle risorse degli ovini. II numero di razze di pecore è elevato e molte se ne sono create con selezioni e incroci appropriati: in Italia la più diffusa è la razza bergamasca, di taglia notevole e con una resa di più di 4 kg di lana all’anno e circa 100 litri di latte; assai pregiate sono le razze inglesi, come la Southdown, alta e snella di corporatura. Il vello è bianco con arti e testa neri, la produzione di lana non è molto elevata: mediamente all’anno se ne ricavano 2 kg, ma in compenso produce ben kg 80 di carne. Alcune razze russe, la Astrakan e la Kara-kul, sono note per il grande valore della pelliccia, mentre esistono varietà senza lana massicce e resistenti, dal mantello composto di pelame piuttosto ruvido e poco ondulato. In Australia, il paese maggiore produttore di lana nel mondo, la varietà prevalente è quella Merinos, di taglia grandissima e in grado di fornire 10 kg di lana molto soffice.

In tempi storici, l’allevamento delle pecore ha spesso determinato dei caratteri fondamentali in molte civiltà, vista anche la grande importanza assunta dalla pastorizia fino al sorgere della rivoluzione industriale ; dopo il XVIII secolo questo ruolo è andato rapidamente attenuandosi, fino ad avere ora scarsa rilevanza. Nelle antiche civiltà mediterranee, come quella greca o romana, ha gettato le basi di una economia stabile e il vello delle pecore ha costituito una preziosa merce di scambio prima dell’affermarsi dell’uso della moneta. Nel 1300 in Inghilterra l’allevamento delle pecore ha favorito lo sviluppo di una fiorente industria tessile: ancora oggi i nomi di molti capi in lana sono derivati da razze di pecore che forniscono la lana adatta o da fiumi nei cui pressi sorsero stabilimenti di tessitura (Tweed), o da isole con fiorenti allevamenti, come le Shetland. II centro della industria laniera mondiale oggi è comunque l’Australia.

Pecora – Caratteristiche e Comportamento
Torna su
live casino malaysia minyak dagu mega888 pussy888 xe88 apk joker123 super 8 ways ultimate casino malaysia live22 mega888 免费电影 casino malaysia 918kiss